(IN) Netweek

MILANO

Milano-Bicocca, innalzata la “no tax area”: per un terzo degli iscritti sarà a costo zero

Share

Milano-Bicocca innalza la “no tax area” da 13 a 21mila euro. Ottomila euro in più rispetto a quanto prevede la Legge di Bilancio 2016. A deciderlo è stato il Consiglio di amministrazione dell’Ateneo, in accordo con il Consiglio degli Studenti, che ha recepito e modificato in senso favorevole agli studenti le indicazioni contenute nella legge. A beneficiarne saranno oltre 11mila studenti - un terzo degli iscritti - che appartengono a un nucleo familiare con un Isee fino a 21mila euro e in possesso di alcuni requisiti di merito.

Si tratta di una manovra che non graverà sugli iscritti con un Isee più alto perché sono previsti coefficienti di tassazione più bassi anche per i non esentati. La riduzione media per gli studenti meritevoli è di 110 euro che arriva a 305 euro per gli studenti con Isee più alti (76mila euro). Tutto questo senza penalizzare gli iscritti “meno meritevoli” che beneficeranno comunque delle riduzioni, anche se in misura più contenuta.

Ma non sono le uniche agevolazioni. L’Ateneo ha previsto uno sconto del 13 per cento (era del 9 per cento fino all'anno accademico in corso) per tutti gli studenti meritevoli - fino al primo anno fuori corso - che abbiano rispettato i criteri di merito: 25 crediti formativi da acquisire nell’anno accademico precedente.

La manovra dovrebbe costare all’Università circa 2 milioni di euro, somma che l’Ateneo ritiene di poter recuperare, almeno in parte, dalla crescita delle immatricolazioni e da altre attività formative e scientifiche.

Leggi tutte le notizie su "Busto Arsizio"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 07 Maggio 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.