(IN) Netweek

MILANO

Itinerari europei alle Giornate Fai di Primavera 2019

Share

Valorizzare la cultura significa sviluppare i territori. Con questo obiettivo in mente, la Rappresentanza a Milano della Commissione europea ha partecipato per il secondo anno consecutivo alle Giornate Fai di Primavera (23-24 marzo). Nel weekend appena passato molti visitatori hanno potuto visitare 14 luoghi storici nel Nord Italia e 38 in tutta Italia che hanno beneficiato dei fondi europei e che sono stati riaperti al pubblico proprio in questa occasione.

In Lombardia è stato possibile visitare l'antico mulino Menaglio a Teglio (SO), la Villa del Balbianello a Tremezzina (CO) e il Monastero di Torba a Gornate Olona (VA) che ha beneficiato di un contributo 41mila euro del fondo europeo per lo sviluppo regionale nel periodo 2014-2020.

In Veneto ha invece partecipato all'iniziativa la Villa dei Vescovi a Torreglia (PD), che ha ricevuto un contributo di circa 50 mila euro del fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale nel periodo 2007-2013 per il restauro del muro di cinta della Villa.

Collaborando con il Fai «vogliamo mettere in luce le opere, i monumenti, i palazzi storici che fanno parte del nostro patrimonio culturale e che, grazie ai finanziamenti europei, ridiventano accessibili ai cittadini. Dai 7 siti dell'edizione dell'anno scorso, siamo passati a 38, con l'ambizione di arrivare a una mappatura quanto più completa possibile in futuro», ha dichiarato Massimo Gaudina, Capo Rappresentanza della Commissione europea a Milano.

Leggi tutte le notizie su "Busto Arsizio"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 25 Marzo 2019

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.